top of page

Come organizzare i pasti della settimana

L’organizzazione è alla base di tutto! Anche della nostra alimentazione!


Programmare i vari pasti della settimana può essere utile innanzitutto per variare la propria alimentazione e per evitare di arrivare 5 minuti prima del pasto e chiedersi “e adesso cosa mangio?”


È utile per risparmiare tempo e denaro, sapere cosa comprare quando si va a fare la spesa, non mangiare sempre le stesse cose, sapere cosa preparare o cosa scongelare per il giorno successivo e portarsi avanti con le preparazioni (utile anche per i vari componenti della famiglia! Chi arriva a casa per primo inizia a preparare!)


Per organizzarsi al meglio bisogna innanzitutto:

- sapere se ci saranno dei pasti fuori per motivi di lavoro o di svago nel week end oppure se dovrò portarmi da mangiare fuori casa (in modo da preparare per quelle occasioni la schiscetta!)


- vedere se in dispensa o nel frigo c’è qualcosa in scadenza (uova, formaggio, pesce affumicato…) per inserirlo subito e non sprecarlo


Io di solito inizio a inserire le fonti proteiche dei pasti principali (carne, pesce, uova, legumi e formaggi), abbinandole poi a una verdura: utilizzo per lo più quelle fresche preparate al momento o in doppia porzione ma qualche busta di verdura surgelata nel freezer non manca mai! Anche sotto forma di minestroni o passati di verdura.


In base alla fonte proteica scelta abbino poi un carboidrato: può essere un primo come pasta o cereali per fare un piatto unico (spesso lo faccio coi legumi!), semplicemente del pane, del riso basmati di accompagnamento, delle patate bollite o al forno.


Nell’arco della settimana viene molto comodo l’utilizzo dei cereali come riso, cous cous, farro, orzo, sorgo: se ne possono preparare per 2 o 3 porzioni, tenerli ne frigo e consumarli in diversi giorni!


Anche il pane può essere comprato una volta a settimana, si può poi porzionare e surgelare. Basterà metterlo un attimo in forno o al microonde per farlo tornare fragrante!


La frutta segue molto la stagionalità e in base a quello che c’è dalla fruttivendola poi consumo di conseguenza.


Il menu è fatto ovviamente per avere una traccia nulla vieta poi di fare scambi, di modificare una ricetta o un abbinamento!



Ecco un esempio di menu che potete scaricare e completare per organizzarvi al meglio!


menu settimanale
.pdf
Download PDF • 74KB



117 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page